instagram

Weekend nella natura

Abbiamo approfittato di questo weekend di sole per immergerci nel verde. La cosa che più amo della Svizzera è questa: in due minuti di treno si arriva a Zurigo centro e si possono vedere le vetrine di Cartier e Dolce e Gabbana oppure camminando per dieci minuti nella direzione opposta ci si immerge nelle colline e nei boschi. 

Abbiamo deciso di farci una bella scarpinata con il passeggino su e giù per le colline per raggiungere una fattoria stupenda e mostrare a Viola qualche animale, io credo molto nel contatto con la natura, forse proprio perché sono cresciuta in campagna e da piccola uno dei miei giochi preferiti era inseguire le galline con il bastone per allenarle alla corsa (volevo renderle abili a scappare prima che il nonno le andasse a prendere per farle in forno). Non se n’è salvata nessuna.

Nei giorni precedenti ho portato Viola spesso in quella direzione e mentre indicavo le pecore e i cavalli la Zanzerotti si faceva il suo comodo sonno di bellezza, quindi io indicavo come una cretina e salutavo “Ciao Mucca” senza ricevere soddisfazione, Sabato invece ha deciso di degnarci della sua compagnia ed è stata felice di vedere per la prima volta dal vivo delle così bizzarre creature. 

Ha apprezzato molto le pecore con gli agnellini che io cercavo di far avvicinare al recinto offrendo dell’erbetta, ovviamente i suddetti animali mi guardavano con lo sguardo di “quella te la mangi tu”, poi ha visto i maiali e infine le mucche, che l’hanno fatta un pò spaventare muggendole dietro. 

Ha così apprezzato che ha lasciato in dono il suo berretto fuxia con il quale è partita ma non tornata. 

Abbiamo anche preso il latte fresco dal distributore con il quale stiamo facendo colazione. 

Domenica siamo andati ad un lago qui vicino, più che lago uno stagno un pò tristerello ma il percorso intorno immerso nella campagna e nei boschi era davvero splendido, io mi ero portata anche i pattini perché speravo di poterli ri-indossare dopo quasi due anni di stop ma grazie a Dio ho evitato dato che le discese erano davvero estreme e avrei rischiato di finire dritta dritta contro ad un recinto elettrificato. 

Sono stata davvero felice di questo fine settimana, quando mi addentro nella natura ritrovo il mio essere fanciulla e salto e sorrido come una pazza; è strano perché spesso mia madre dice che sono snob, che mi piacciono i vestiti, che voglio sempre essere perfetta in ogni situazione e forse ha pure ragione ma sono sia tipo da tacco alto e Chanel che ragazza da camminata con gli stivali di gomma per i campi. 

Quando cammino sulle zolle di terra ripenso a quando ero piccola e andavo a funghi con papà o scoprivo con Roberto (il mio vicino di casa) i nidi degli uccelli o le rane nello stagno.

Dico sempre a Pasqui che non vedo l’ora che Viola cresca un po’ per portarla allo zoo, nei parchi, a fare scampagnata con la bicicletta per poi stenderci su un prato a mangiare le mele. Un po’ troppo illustrazione da libro scolastico? 

Bè è così, io voglio che mia figlia cresca sapendo che le uova escono dal sedere delle galline, voglio che respiri aria buona e che dopo una giornata passata con le capre puzzi come una di loro. 

Sono queste le cose che a parer mio la faranno crescere sana e più consapevole delle sue azioni future.

IMG_1453 IMG_1459 IMG_1494

0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*